BIBLIOTECA ARIOSTEA - FERRARA

Luce nuova per illuminare il valore della lettura

Photographer: Claudia Marini

Palazzo Paradiso è il simbolo della cultura a Ferrara, non solo perchè contiene la storica Biblioteca Ariostea,  ma perchè in questo luogo si svolgono mostre, eventi culturali e laboratori didattici che attirano studenti, studiosi ed amanti della cultura in genere.

L'intero complesso può essere considerato un museo ricco di reperti storici ed artistici a cominciare dalla Biblioteca che contiene una  formidabile raccolta di manoscritti, 400.000 unità bibliografiche, codici miniati, cimeli di Ludovico Ariosto e di altri autorevoli scrittori. 

La costruzione del palazzo ebbe inizio verso la fine del '300 come residenza degli Estensi e nonostante la vetustà, oggi è senza dubbio,  uno dei palazzi rinascimentali meglio conservati della città.

Photographer: Claudia Marini

All'interno sono presenti sale con  decorazioni del seicento, settecento e ottocento e affreschi anche più antichi che si alternano a sale più moderne in continuità tra passato e presente.

L'origine del nome Paradiso è incerta , forse per un ciclo di affreschi ispirato al regno dei beati.  A metà del ' 500 il cardinale Ippolito II d'Este destinò la sua residenza agli studi universitari, fondando così una delle più antiche università italiane.

La torre con orologio che si vede attualmente con il portale marmoreo è dovuta ad un intervento di Giovan Battista Aleotti  a metà del '600 , 

Photographer: Claudia Marini

Nel  1753 il palazzo divenne sede della biblioteca civica  che prese poi il nome dell' Ariosto, poeta alla corte degli  Estensi. Nella biblioteca è presente la sua monumentale tomba realizzata nel 1612 sempre da Aleotti nella chiesa di San Benedetto,  ma qui traslata nel 1801.

Nel palazzo è anche presente un teatro anatomico del '700, che è stato per secoli un importante strumento di divulgazione scientifica.

Dopo un lungo restauro, durato alcun anni, Palazzo Paradiso  è stato restituito in ogni sua parte alla fruizione del pubblico  e ora può essere ammirato nel suo antico splendore in quanto è stato completato, tra le tante opere,  anche il rifacimento dell'impianto di illuminazione dei porticati interni.

Il progetto è stato sviluppato con i tecnici della committenza, (Comune di Ferrara) i quali richiedevano l'essenzialità e la non visibilità dei corpi illuminanti, vale a dire elementi minimalisti che non interferissero con le architetture storiche.

Photographer: Claudia Marini

Gli apparecchi LINARIA DIMMERABILI sono l'ideale per queste architetture antiche in quanto diffondono una  luce morbida che valorizza le volte a crociera a differenza dei precedenti apparecchi, che essendo puntiformi non creavano una illuminazione diffusa come quella attuale.

Palazzo Paradiso continua ad essere quel vivace luogo di incontro per tanti giovani studenti così come avveniva nel passato, ma  ora c'è una cosa in più: la luce nuova che illumina il valore della lettura.

Maria Uboldi

 

Info progetto:


Architetto: RAFFAELLA ARCH. VITALE
Building Owner: COMUNE DI FERRARA
Electrical Design: DAMIANO PI VARZELLA
Address: VIA SCIENZE ITALY- 44100 FERRARA