CASA DELLA MUSICA – PIEVE DI CENTO

Obiettivo raggiunto: l'illuminazione, all'interno della Casa della Musica, è accogliente, stimola l'attività musicale in quanto le sale godono di una luce ideale

Fotografo: Moreno Maggi

La Casa della musica di Pieve di Cento, in provincia di Bologna, è stata inaugurata a fine maggio e fa parte delle opere pubbliche all’interno del piano di ricostruzione nelle province dell’Emilia Romagna colpite dal sisma del 2012. Il progetto è stato sviluppato dallo studio di architettura di Mario Cucinella  con il contributo di sei giovani professionisti del territorio. 

La Casa della Musica è nata con l'idea di restituire a Pieve di Cento un centro capace di mettere insieme e promuovere l'insegnamento musicale, creando un nuovo spazio per il Circolo di musica pievese e la Scuola media a indirizzo musicale. Si tratta di un autentico gioiellino di architettura moderna e green.

Fotografo: Moreno Maggi

L'edificio è costituito da 9 piccoli laboratori musicali di forma circolare, collegati da una piazza che funge da spazio distributivo e che diventa luogo per la condivisione e il dialogo tra i giovani musicisti. Questa area centrale è destinata anche alle prove di musica d'insieme e per piccoli saggi.   

Una panca in legno dall'andamento curvilineo gira intorno all'edificio e crea luoghi di ritrovo e di aggregazione per la comunità, in modo che la struttura diventi così uno spazio fruibile in ogni momento della giornata:  Illuminata esternamente, durante la notte, appare ai cittadini come un punto di richiamo costante, una "lanterna" di conforto per favorire la ripresa delle attività musicali e ricreative dopo il disagio del sisma.

Fotografo: Moreno Maggi

La costruzione ha una struttura in muratura portante utile per la grande inerzia termica e per l'elevato isolamento acustico. Il rivestimento della facciata ventilata, formata con doghe curve di rovere, garantisce ottime prestazioni energetiche e conferisce all’edificio una grande qualità architettonica. Il progetto ha posto particolare cura nell'acustica degli spazi interni attraverso materiali e strategie per la riduzione del riverbero. Un sistema di impianti autonomo per ogni aula garantisce un utilizzo flessibile degli spazi anche nelle diverse ore del giorno.

La scelta illuminotecnica è stato uno dei passaggi fondamentali nella realizzazione del progetto: se ne è occupata Zumtobel, con la precisa missione di utilizzare dei corpi illuminanti che si sposassero con la forma degli ambienti e, allo stesso tempo, che riuscissero a creare una luce diffusa. Obiettivo raggiunto: l'illuminazione, all'interno della Casa della Musica, è accogliente, stimola l'attività musicale in quanto le sale godono di una luce ideale. Inoltre la scelta dei corpi di illuminanti, a livello di design, si sposa perfettamente con gli ambienti nei quali sono installati, con una coerenza evidente con lo stile delle stanze raggiunta attraverso l'utilizzo di elementi di forma circolare.

Maria Uboldi


Info progetto
Committente: Comune di Pieve di Cento
Architetto: Mario Cucinella Architects 
Responsabile di progetto: Federico La Piccirella 
Progettazione elettrica: Studio Tecnico P.S. Gaetano Calcara
Fotografo: Moreno Maggi