Vigili del fuoco all’azione, in scena come nei film

Vorarlberg Museo dei vigili del fuoco, Frastanz/Austria

L'organizzazione dei musei del Vorarlberg ha trovato una location di tutto rispetto per le sue mostre: è un complesso industriale dismesso che una volta produceva tessuti. Vi sono stati montati sette allestimenti museali, per un totale di 2500 metri quadrati di esposizione. Il più significativo è quello dedicato ai vigili del fuoco: consiste in un’impressionante deposito di automezzi, ricavato da quello che una volta era il magazzino del cotone.

Un’installazione di luci e suoni allestita in un vecchio magazzino racconta la storia di un intervento notturno dei pompieri. Lo spettacolo è un vero colpo d’occhio, eppure l’illuminazione realizzata con TECTON praticamente non si vede. Solo al momento delle pulizie o della manutenzione l’impianto dà prova di sé apertamente. © Zumtobel

In 50 metri di lunghezza, per nove di altezza, trovano posto 16 automezzi storici e una serie di estintori, incorniciati in un’installazione di luci e suoni sicuramente unica in Europa. Basta sfiorare il touchpanel EMOTION per far partire lo spettacolo: è un fulmine che si abbatte su un luogo immaginario, con immediato intervento notturno dei pompieri. Illuminati dai faretti VIVO montati su binari TECTON, i mezzi si mettono in strada uno dopo l’altro. Dalle pareti spiccano disegni luminescenti che tracciano il profilo del paese e strisce rosse che simboleggiano la dinamica del traffico stradale.

Ad occuparsi del progetto è stato un partner di soluzioni illuminotecniche di Zumtobel, Martin Welte, che in questa scenografia ha profuso tutto il suo talento creativo oltre che la sua lunga esperienza professionale. Sui binari TECTON sono fissati tutti i moduli che servono all’illuminazione generale, agli accenti mirati e alla luce di emergenza, tutti governati da un sistema di comando. Le file continue alloggiano persino la composizione speciale di tubi fluorescenti UV ad emissione indiretta (comunemente chiamati tubi al neon).

Martin Welte dirige l’azienda elettrotecnica E-Werke di Frastanz. Lo standard qualitativo dei prodotti Zumtobel lo descrive come punto di partenza sicuro per offrire ai clienti soluzioni personalizzate. © Zumtobel
Martin Welte dirige l’azienda elettrotecnica E-Werke di Frastanz. © Zumtobel

Nel museo dei vigili del fuoco si assiste dal vivo a un intervento a sirene spiegate. Com’è nata l’idea di questa spettacolare scenografia?

Martin Welte: A me premeva rendere attraente la collezione di automezzi anche per la gente che non si interessa di tecnica e automobili. È per questo che volevo raccontare una storia e coinvolgere il pubblico. Qui il contributo della luce è fondamentale: infatti scatena emozioni e nel tragitto immaginario delle sirene blu guida gli sguardi dei visitatori sui vari luoghi d’azione.

C’è un secondo aspetto importante: occorreva che i comandi fossero abbastanza semplici perché nel museo lavorano molti volontari, quindi anche persone non necessariamente portate per la tecnica. Infatti basta un solo tocco sul touchpanel per dare il via allo show. Il sistema EMOTION provvede da solo ad attivare i vari media e i comandi orari delle sequenze che si succedono.

La luce serve ad altre funzioni oltre che alla scenografia?


Martin Welte: Nei binari portanti TECTON sono integrati tutti i moduli che servono all’illuminazione, vale a dire tubi al neon, faretti LED VIVO che mettono in scena gli interventi, apparecchi di emergenza per l’eventualità reale, moduli TECTON per la luce generale. Questi ultimi si accendono soltanto per le pulizie o lavori di manutenzione sugli automezzi.

Museo dei vigili del fuoco, Frastanz/Austria. © Zumtobel