Fondazione Golinelli

La nuova sede dell'Opificio Golinelli

Photographer: Claudia Marini

Photographer: Claudia Marini

Photographer: Claudia Marini

Photographer: Claudia Marini

Photographer: Claudia Marini

Photographer: Claudia Marini

Una cittadella della scienza e della cultura, pensata per i giovani. La nuova sede dell'Opificio Golinelli è stata inaugurata lo scorso ottobre a Bologna, adiacente all'area industriale occupata fino al 2008 dalla Società Fonderie Saibem. Si tratta di un'area di 4.500 metri quadrati coperti e altrettanti scoperti, la cui struttura preesistente è stata completamente sventrata e ristrutturata, senza aggiunta di nuovo cemento e senza che i muri venissero abbattuti. L'ambizioso progetto, opera di diverserighestudio, è stato pensato come una vera e propria città nella quale l'apprendimento, la conoscenza e la formazione siano al primo posto.

Photographer: Claudia Marini

Il fondatore, Marino Golinelli, ha dato una nuova casa alla propria fondazione, nata nel 1988, e che si occupa in maniera integrata di educazione, formazione e cultura per favorire la crescita intellettuale ed etica dei giovani e della società e con l'obiettivo di contribuire allo sviluppo sostenibile del nostro Paese. Golinelli è l'unico esempio di fondazione privata ispirata al modello delle grandi fondazioni filantropiche americane.

Photographer: Claudia Marini

Zumtobel ha realizzato l'impianto illuminotecnico: siamo stati scelti per la soluzione di luce globale proposta, che comprendeva una gestione tramite eliometro e senza sensori da interno. La grande sfida è stata vinta: l'illuminazione, tecnica ma elegante e non invasiva, scelta per lasciare spazio all'architettura industriale, ha riscosso successo. Gli studi, approfonditi, hanno portato ad una scelta di soluzioni che si sposassero al meglio alla filosofia della struttura e alla sua funzione. La fondazione Golinelli è infatti un punto di riferimento nel campo della cultura scientifica, con attività che spaziano dall'arte alle scienze della natura e dell'uomo. 

Photographer: Claudia Marini

I prodotti utilizzati da Zumtobel per questo intervento sono stati numerosi. L'obiettivo  era quello di garantire la massima efficienza energetica disponibile sul mercato: l'intero Opificio Golinelli è infatti certificato Classe A. L'architettura della struttura è stata pensata come contenitore ideale per lo studio e la ricerca: la scelta illuminotecnica era di fondamentale importanza per coadiuvare questo aspetto.

Photographer: Claudia Marini

Lincor, Axon e Sequence sono stati i prodotti installati negli uffici. Axon e Sequence sono apparecchi a sospensione LED miniaturizzati e ad alta efficienza, ad emissione diretta/indiretta con ottica lenticolare e segmentata. Sequence, in particolare, è caratterizzata da un'elegante armatura in profilo di alluminio estruso con testate in pressofusione di colore intonato. Per le aule la scelta è caduta su Ondaria Led, un apparecchio decorativo rotondo con retroilluminazione uniforme del rifrattore opale, provvista di un'armatura in alluminio verniciato bianco. 

Photographer: Claudia Marini

Le vie e le piazze sono state illuminate con Tecton Led e con faretti Led Iyon, a temperatura di colore stabilizzata (calda/neutra). L'elenco dei prodotti utilizzati comprende anche Lincor LRO+Dark, Slot LRO+PMMA, Perluce, Ledos, Linaria, Acquo LED, CPS e Litenet. 

Photographer: Claudia Marini

Ecco, il gioiello di Zumtobel che regola l'illuminazione è Litenet, il sistema di gestione degli apparecchi: lo definiamo "il modo intelligente di ridurre il consumo energetico". Si tratta di un sistema flessibile e duraturo per gestire la luce. Comfort e consumi ridotti sono garantiti. In perfetta sintonia con la filosofia dell'Opificio Golinelli, Litenet - attraverso un eliometro centrale che rileva costantemente la situazione di luce esterna - ricava la luminosità presente in ogni locale e, se necessario, la compensa con la luce artificiale fino a raggiungere il livello previsto. 

Photographer: Claudia Marini

Il grande intervento di Zumtobel è stato letteralmente ispirato dai capisaldi sui quali si fonda tutta la filosofia della fondazione Golinelli: concretezza e pragmatismo, visione e capacità progettuale. Il tutto con un occhio al motto "Il nostro futuro è ciò che comincia a succedere nel prossimo istante". Noi di Zumtobel abbiamo portato il nostro contributo, accendendo la luce.

Photographer: Claudia Marini

Informazioni di progetto:

 

Client: Fondazione Marino Golinelli
Indirizzo: Via Paolo Nanni Costa, 14, 40133 Bologna, Italia
Architect: DIVERSIRIGHE STUDIO Gheduzzi Simone - Nicola Rimondi - Gabriele Sorichetti
Lighting Designer: Studio Tecnico Andrea Palerma
Photographer: Claudia Marini